Trekking alla scoperta della Porrettana.

di | 10/03/2013

TOURING CLUB e C.A.I. PORRETTA
organizzano per il: 23 MARZO 2013

UNA VECCHIA SIGNORA IN PARTE COL BELLETTO ED IN PARTE TRASANDATA (Porretta – Pistoia)

SCOPO:
Far conoscere la Linea Ferroviaria Porrettana Tratto Porretta Terme – Pistoia con percorso a piedi in 5 tappe il più possibile vicino alla linea in modo da ammirare le opere infrastrutturali super ardite e l’armonia con la natura del tracciato ottocentesco.

ALN_772_sammomme

TAPPA:
Sammommè allo sbocco sud Galleria Appennino – Corbezzi Stazione.

ORARIO:

Partenza          Ritorno
da Bologna 8:04 da Pistoia 8:25 per Bologna per Pistoia
Casalecchio 8:21 Sammomè 8:50 Corbezzi 17:40  n.n.
Porretta a. 9:15 Porretta 18:16
Porretta p. 9:26 Casalecchio 19:13
Sammommè 9:50 Bologna 19:32

NOTE:
Coloro che provengono dalla Toscana, per evitare l’ora di differenza dell’arrivo dei treni regionali nella stazione di Sammommè (un pessimo orario: frutto delle menti “eccelse” degli amministratori locali nd.r.), è consigliabile raggiungere Sammommè con i propri mezzi alle ore 9:50 (circa una quindicina di Km da Pistoia). E’ necessario imboccare la strada regionale (ex s.s.) n. 64 (Porrettana) a Capostrada e, poco dopo il Signorino e prima dell’imbocco della galleria di valico, sulla sinistra, scende, in breve, una strada comoda per Sammommè. Con il treno regionale in partenza dalla stazione di Corbezzi alle ore 17:40 è possibile, in pochi minuti tornare a Sammommè e riprendere il proprio mezzo.
mappa_porrettana_pt-sammomme

PERCORSO:
Dalla stazione di Sammommè si torna in paese e per sentiero si scende alla Crocetta dove parte la strada per Vezzosi e quindi il sentiero per Castagno. Poco prima di arrivare al civettuolo paesino si vede sulla sinistra, ormai seminascosto dalla vegetazione, una piccolo tunnel di drenaggio della sovrastante galleria. Infatti, le sorgenti trovate durante le operazioni di scavo delle gallerie hanno rappresentato un grande problema per la nascente ferrovia. Visitata la caratteristica borgata di Castagno e la relativa stazioncina s’imbocca un sentierino che costeggia il binario. All’imbocco della galleria del Signorino si scorgono i ruderi del fabbricato in cui era installato il ventilatore “Saccardo”. La lotta contro il fumo emesso dalle locomotive a vapore in galleria rappresentò uno sforzo titanico, spesso, purtroppo, inutile ma banco di prova per invenzioni straordinarie. Si continua per stradine secondarie lasciando la valle dell’Ombrone scendendo nella stazione di Corbezzi situata nella valle della Brana. La stazione di Corbezzi è tutta da visitare ed è, l’unica stazione al mondo ad avere sei gallerie, una per il binario di corsa, una per il binario di salvamento ed una per il binario di lancio da ambo le parti del fabbricato viaggiatori.

VARIE:
Link info
Dislivello: in salita circa m. 300 e in discesa m.300.
Pranzo: al sacco.
Attrezzatura specifica per Trekking.
Tutti sono invitati e non serve la prenotazione!!!!!!!!!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *